La comunicazione per il FERTILITY DAY? Gli altri fanno meglio!

Cos’è il Fertility Day? Una campagna del Ministero della Salute per invitare a far figli il prima possibile. Lo spot ufficiale, se così lo si vuol definire, raffigura una venticinquenne che regge una clessidra e recita così: “La bellezza non ha età. La fertilità sì.”

La questione ha dato molto di cui discutere in questi giorni. Il topic è diventato polemico e molte aziende o pagine hanno trovato un modo satirico ed originale per parlare e far conoscere l’argomento.

Fertility-Day

Vediamo come hanno affrontato l’argomento sul web, qualcuno in maniera provocatoria, altri irriverente, ma resta il fatto che si tratta di un argomento tocca le coscienze, e come accade sempre in questi casi, le polemiche non mancano mai.

 

 

FB_IMG_1472817417632

Questa è la comunicazione di Ceres, sempre originalissima.

 

 

FB_IMG_1472813200556

Quest’altra è quella utilizzata dalla pagina Baby George ti disprezza. Ironizza sulla situazione precaria di persone che vorrebbero avere figli, ma non possono per la grave mancanza di stabilità economica familiare e non. A dir poco geniale!

IMG_20160902_164714

Poi c’è lei, pagina ironica ed “unconventional“, che posta un’immagine tratta dai Simpons. Dice: ” Procreare fino a crepare”. Perfettamente in linea con il tema trattato dalla pagina, Vedo la gente Joy Division riesce a surfare nel modo migliore sull’onda del momento.

 

Questa invece, la campagna lanciata dalla Danimarca per spronare la popolazione a procreare e ad accentuare quindi l`incremento demografico.

Adesso ci chiediamo se la proposta della Lorenzin poteva presentarsi comunicativamente meglio. In maniera forse più sensibile ed efficace come ha d’altronde fatto la Danimarca?

Noi siamo propensi verso il sì, la si poteva presentare meglio. Poi, sappiamo benissimo che la chiave della pubblicità e della comunicazione è di individuare il target a cui il messaggio deve essere veicolato. A nostro parere, il messaggio è risultato poco sensibile, non è riuscito ad entrare delicatamente ed in modo diretto, giusto o sbagliato che sia, nelle menti dei cittadini italiani.



« Torna alle news