Ci ha detto addio il 21 gennaio 2019 Armin Loacker, 78 anni, figlio del fondatore dell’omonimo marchio, con la sorella Christine portò l’azienda al successo internazionale creando l’impero dei wafer. L’azienda altoatesina, attualmente guidata dai figli Andreas e Martin Loacker, e dal nipote Ulrich Zuenelli conta oltre 1.000 dipendenti con un fatturato che sfiora i 350 milioni di euro.

La Loacker è stata fondata nel 1925 da Alfons Loacker, le specialità sono i wafer e il cioccolato. L’azienda di famiglia è cresciuta negli ultimi 90 anni da una piccola pasticceria a Bolzano fino a diventare un marchio di fama mondiale, i cui prodotti vendono in oltre 100 Paesi.

Oltre al prodotto che ha contraddistinto l’azienda altoatesina, l’impegno costante come sponsor (nazionale italiana di Biathlon, sport invernale che unisce il tiro a segno con carabina e sci di fondo) e l’attenzione al marketing e alla pubblicità ha portato fin dall’inizio degli anni ’80 l’azienda Loacker alla ribalta come una delle realtà più interessanti ed attive sul piano della comunicazione aziendale. Lo sviluppo di community su internet come nel caso del “Loacker Club”, nel 2017, ha dimostrato come l’attenzione verso il cliente e la Customer Value siano la strada giusta da perseguire nell’ottica di sviluppo del brand.