I rumors in settimana erano già tanti. Instagram sembra pronto, infatti, a lanciare sulla sua piattaforma i così detti “Longtakevideo” ovvero video più lunghi del solito format usato fino a questo momento sul socialmedia che punta dunque a conservare la sua componente social ma a diventare ancora più un media, ovvero un mezzo di fruizione per determinati contenuti.

TechCrunch.com si spinge oltre e abbozza anche una data provvisoria: Il 20 giugno. Meno di 8 giorni ci saperebbero, secondo il sito americano, all’annuncio della piattaforma di proprietà di facebook di questa novità.

Cosa dovrebbe cambiare? Oltre alla possibilità di caricare video in 4k, quindi in altissima risoluzione, i creators potranno scegliere tra il classico formato verticale, must di Instagram, o il formato a tutto schermo superando l’attuale limite di 60 secondi.

HUB PERSONALIZZATO: tra le modifiche sostanziali sembra esserci l’introduzione di un hub centralizzato, con sezioni dedicate ai video popolari. Anche se queste alla data odierna sono solo indiscrezioni.

In occasione del lancio, Instagram ha chiamato a rapporto alcuni influencer specificando che i contenuti non avranno la stessa qualità delle clip che vediamo oggi su YouTube, ripresi con accortezza e con sofisticate videocamere, il formato infatti è pensato per video molto più naturali, che non sono destinati all’alta qualità. Naturalmente sarà possibile come nelle attuale stories, ma senza il limite dei 10.000 seguaci, poter inserire link esterni per il famoso “SWIPE UP”

Interessante anche la questione monetizzazione, che sembra essere il vero modo in cui Instagram proverà ad insidiare l’ormai sempre più vacillante leadership di youtube, infatti se da una parte ci sono i creators che si sono arricchiti grazie all’azienda con sede a San Bruno è anche vero che a seguito della Adpocalypse, gran parte degli youtubers hanno spostato la loro attività su piattaforme più redditizie anche se con meno visibilità come twitch e, appunto, instagram.