“Porta al nord il meglio del sud” questo il claim della nuova pubblicità di Busitalia, società di trenitalia che si occupa dello spostamento su strada, comparsa su un cartellone a Napoli e ripresa dai social, insieme alle polemiche che ne sono derivate.

Tantissime le pagine facebook che hanno ripostato la foto e ne hanno fatto salire enormemente l’engagement diventando in poco tempo virale. Un esponente politico del partito di sinistra POTERE AL POPOLO lo ha ripreso in un lungo post dove evidenziava non solo una presunta retorica antimeridionale ma anche un velato sessismo rappresentato dalla ragazza mora con la coda.

Si sà, in pubblicità tutto fa brodo, e come diceva Andy Warhol “Non c’è migliore pubblicità della cattiva pubblicità”. Ne sa qualcosa anche la NIKE che ha visto le sue vendite salire del 31% dopo la pubblicazione della superdiscussa pubblicità con protagonista l’ex quarterback ANTI-TRUPM, Colin Kaepernick, il giocatore di football infatti è diventato famoso nel 2016 perché era solito inginocchiarsi durante l’inno nazionale prima delle partite per protesta contro l’oppressione delle minoranze negli Stati Uniti e che da allora non ha più trovato una squadra

Ad ogni modo l’azienda BusItalia si è detta “dispiaciuta che un messaggio pubblicitario giocoso, con l’unico obiettivo di informare della possibilità di portare gratuitamente i bagagli, abbia potuto urtare la suscettibilità di qualcuno”, come riportato dal Corriere della Sera

Alle scuse si aggiunge l’anticipazione della prossima pubblicità, che chiarirà meglio anche questo cartellone: la protagonista sarà una nonna che ha appena sfornato una serie di cibarie, avendo saputo che il nipote o chi per esso può viaggiare con un bagaglio in più.